Giuria

Componenti della giuria. Edizione 2018

LupoGiuseppe Lupo

Insegna letteratura italiana contemporanea presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore, sede di Milano e Brescia. Ha esordito nella narrativa con il romanzo L’americano di Celenne (Marsilio 2000), con cui nel 2001 ha vinto il Premio Giuseppe Berto e il Premio Mondello opera prima, e nel 2002, in Francia, il Prix du premier roman. Successivamente ha pubblicato i romanzi Ballo ad Agropinto (Marsilio, 2004), La carovana Zanardelli (Marsilio 2008; Premio Grinzane CavourFondazione Carical e Premio Carlo Levi), L’ultima sposa di Palmira (Marsilio 2011; Premio Selezione Campiello e Premio Vittorini), Viaggiatori di nuvole (Marsilio 2013; Premio Giuseppe Dessì), L’albero di stanze (Marsilio 2015; Premio Alassio Centolibri-Un autore per l’Europa; Premio Frontino-Montefeltro; Premio Palmi), Gli anni del nostro incanto (Marsilio 2017). È autore inoltre della raccolta di scritti Atlante immaginario. Nomi e luoghi di una geografia fantasma (Marsilio 2014) e del pamphlet Mosè sull’arca di Noè. Un’idea di letteratura (Editrice La Scuola 2016). È consulente presso alcuni editori, dirige la collana Novecento.0 presso Hacca Editore e la collana Atlante letterario presso l’Editrice La Scuola. Collabora alle pagine culturali dei quotidiani “Il Sole 24 Ore” e “Avvenire”.

PerrellaSilvio Perrella

Siciliano di nascita, da molti anni vive e lavora a Napoli, dove si è laureato in Lettere moderne all’Università “Federico II”. È autore di Calvino (Laterza, 1999), Fino a SalgaredaLa scrittura nomade di Goffredo Parise (Rizzoli, 2003, nuova edizione edita da Neri Pozza nel 2015, con il sottotitolo I movimenti remoti di Goffredo Parise), di Giùnapoli (Neri Pozza, 2006), di In fondo al mondo. Conversazione in Sicilia con Vincenzo Consolo (Mesogea, 2014) e di Doppio scatto (Bompiani, 2015), Addii, fischi nel buio, cenni (Neri Pozza, 2016), Insperati incontri (Gaffi, 2017), Di terra e mare, scritto a quattro mani con Raffaele La Capria (Laterza, 2018), Da qui a lì. Ponti, scorci, preludi (italosvevo, 2018). Tre sue favole urbane s’intitolano L’aleph di Napoli e L’alfabeto del mare, Le ombre della Gaiola, tutte edite da ilfilodipartenope, e costituiscono la “trilogia dei giovani amanti di Città”. I suoi reportage nel mondo del lontano sono raccolti nell’e-book Le parole a piedi (Succedeoggi edizioni, 2014). Ha anche curato l’edizione di molti libri altrui, tra cui il Meridiano dedicato alle opere di Raffaele La Capria nel 2003, ripreso in una nuova edizione in due tomi nel 2014. Collabora a quotidiani e riviste, quali Il Mattino e L’indice dei libri del mese, e dirige la rivista mediterranea Mesogea. La sua voce di tanto in tanto fa capolino dalle frequenze di RadioTre, in particolare modo nella trasmissione “Wikiradio”. Una sua “intervista impossibile” a Italo Calvino è stata interpretata da Anna Bonaiuto e Fabrizio Bentivoglio. Ha partecipato, interpretando se stesso, al film di Antonio Capuano L’amore buio. Dal 2007 al 2012 è stato presidente della Fondazione Premio Napoli. È stato finalista al Premio Viareggio e ha vinto i premi Bilenchi e De Sanctis. Nel settembre del 2016 gli è stato conferito, insieme a Raffaele La Capria, il premio Rugarli, dedicato al dialogo tra due generazioni diverse, ma in dialogo tra loro.

VerbaroCaterina Verbaro

È docente di Letteratura italiana contemporanea all’Università Lumsa di Roma.
Tra le sue pubblicazioni si ricordano Pasolini. Nel recinto del sacro, Roma, Giulio Perrone, 2017; I margini del sogno. La poesia di Lorenzo Calogero, Pisa, ETS, 2011, La cognizione della pluralitàLetteratura e conoscenza in Carlo Emilio Gadda, Firenze, Le Lettere, 2005; Italo Svevo, Soveria Mannelli, Rubbettino, 1997; Dal Neorealismo alla Neoavanguardia, Firenze, Le Lettere, 1995. Ha inoltre curato la raccolta di saggi Pasolini e le periferie del mondo (2016, con P. Martino); gli Atti del convegno Mod La funzione Dante e i paradigmi della modernità (2014, con P. Bertini Malgarini e N. Merola); la raccolta di Lorenzo Calogero Avaro nel tuo pensiero (2014, con M. Sechi); la miscellanea di studi Visitare la letteratura. Studi per Nicola Merola (2014, con E. Porciani e G. Lo Castro). Dirige la collana “Critica e testi” dell’Editore L’arca e l’arco, è referente di “Oblio” e fa parte del Consiglio Direttivo della MOD – Società per lo studio della Modernità letteraria.

Annunci