Notizie

“Addio fantasmi” (Einaudi) di Nadia Terranova vince la III edizione del
Premio Letterario Mario La Cava
Il Viaggio. Percorsi narrati, vissuti e immaginati.

A Cinzia Leone con “Ti rubo la vita” (Mondadori) il premio dei
Lettori del Caffè Letterario Mario La Cava.

Premio speciale “La melagrana” a Walter Pedullà

79973611_2481009915491676_7789173806932688896_nÈ “Addio fantasmi” di Nadia Terranova (Einaudi) l’opera vincitrice del Premio letterario “Mario La Cava” 2019. La giuria tecnica composta da Andrea Di Consoli, Stefano Ercolino, Marco Gatto, Loredana Lipperini e Vito Teti, con scrutinio segreto, nella cerimonia finale svoltasi sabato 14 dicembre a Bovalino (RC), ha decretato l’opera vincitrice tra le tre finaliste: oltre ad “Addio fantasmi”, “Ti rubo la vita” di Cinzia Leone (Mondadori) e “L’ora del mondo” di Matteo Meschiari (Hacca).
Declinato sul tema “Il viaggio. Percorsi vissuti, narrati e immaginati”, organizzato dal Comune di Bovalino in collaborazione con il Caffè letterario “La Cava”, con il patrocinio della Regione Calabria e il contributo del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Locri, il Premio Letterario La Cava, giunto alla terza edizione, ha visto trentasette opere in concorso. Encomiabile il non facile lavoro dei giurati, espressione del panorama letterario nazionale, che hanno sottolineato l’alto livello delle opere in concorso e, in particolare, il valore artistico e l’originalità delle tre finaliste.
Dopo i saluti del sindaco Vincenzo Maesano, di Barbara Panetta in rappresentanza del governatore della Regione Mario Oliverio e della dirigente Caterina Autelitano dell’Istituto comprensivo “Francesco La Cava”, dove si è svolto il premio, i tre finalisti hanno dialogato con la giornalista Maria Teresa D’Agostino e il presidente del Caffè letterario Domenico Calabria. Brani delle opere sono stati letti da Giulia Palmisano, Rossella Scherl e Giovanni Ruffo.
«Sono contenta e onorata del Premio Mario La Cava, felice che il mio nome sia associato a quello di un grande scrittore – ha detto Nadia Terranova, ricevendo il premio dal sindaco Maesano – E lo prendo come un augurio per il mio prossimo romanzo, per il quale ci vorrà ancora un po’ di tempo, dato che in questi giorni stavo proprio scrivendo delle scene ambientate in Calabria».
Secondi ex-aequo Leone e Meschiari, premiati dal vicesindaco Cinzia Cataldo e dagli assessori Maddalena Dattilo e Filippo Musitano.
Premio speciale “La Melagrana” a Walter Pedullà, tra i massimi rappresentanti della critica letteraria nazionale che a Mario La Cava è stato legato da profonda stima e amicizia. Affascinante e coinvolgente il racconto di Pedullà, intriso di aneddoti, sul suo legame con La Cava e altri grandi del Novecento come De Benedetti, Filocamo e Strati. A consegnare il premio l’assessore alla cultura Pasquale Blefari.
L’opera più votata dai lettori del Caffè letterario La Cava è stata “Ti rubo la vita” di Cinzia Leone, che si è detta felice del riconoscimento degli appassionati lettori del circolo, coordinati dall’avvocato Enzo Dicembre. Ha consegnato il premio Grazia La Cava. 

I finalisti della III edizioneSolo_Finalisti

Tema conduttore di questa terza edizione:
IL VIAGGIO. Percorsi narrati, vissuti e immaginati.

Cinzia Leone con Ti rubo la vita (Mondadori), Matteo Meschiari con L’ora del mondo (Hacca) e Nadia Terranova con Addio fantasmi (Einaudi) sono i finalisti alla terza edizione del Premio Letterario Mario La Cava.
La giuria tecnica composta da Andrea Di Consoli, Stefano Ercolino, Marco Gatto, Loredana Lipperini e Vito Teti ha designato la terna finalista e sarà la stessa giuria, con voto segreto, a decretare l’opera vincitrice nella cerimonia di premiazione che si terrà sabato 14 dicembre, alle ore 17, nell’Aula Magna del Liceo scientifico Francesco La Cava.

Premio speciale “La Melagrana” a Walter Pedullà, saggista, critico letterario, giornalista, professore emerito dell’Università “La Sapienza” di Roma, autore di numerosi e importanti saggi sulla letteratura italiana e meridionale in particolare, per aver rivoluzionato i criteri della critica letteraria con le armi della neutralità e della ricerca disinteressata, per l’attenzione ai movimenti d’avanguardia e l’incoraggiamento ai nuovi talenti. A Mario La Cava, cui è stato legato da profonda amicizia, attribuisce il merito di aver rivitalizzato dalla provincia il genere del carattere teofrasteo.

Premio speciale

LE OPERE IN CONCORSO DELLA III EDIZIONE

_____________________

COMUNICATO STAMPA – 5 settembre 2019

Premio Letterario “Mario La Cava”:
nominata la giuria della III edizione

Sono Andrea Di Consoli, Stefano Ercolino, Marco Gatto, Loredana Lipperini e Vito Teti i componenti della giuria per il Premio letterario “Mario La Cava” 2019. Specialisti di letteratura e critica letteraria, nominati dal Comune di Bovalino e dal Caffè letterario “La Cava”, i cinque giurati valuteranno le opere pervenute al concorso e designeranno la terna finalista. Nella cerimonia conclusiva, che si terrà il 14 dicembre 2019, con voto segreto decreteranno il vincitore.
Terza edizione per il Premio intitolato allo scrittore di Bovalino e organizzato dal Comune in collaborazione con il Caffè letterario “La Cava”, con il patrocinio della Regione Calabria e il contributo del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Locri, quest’anno declinato sul tema “Il viaggio. Percorsi vissuti, narrati e immaginati”. La Cava, nella dimensione del viaggio, ha coltivato conoscenza, confronto, apertura verso il mondo e, soprattutto, esperienza e narrativa. Possono concorrere le opere in lingua italiana, romanzi o raccolte di racconti, pubblicate per la prima volta a far data dal primo ottobre 2018 fino alla data di scadenza per l’invio delle opere, fissata al 13 settembre e ora prorogata al 30 settembre.

Vincitore della prima edizione, nel 2017, Claudio Magris; premio speciale a Raffaele Nigro.
Prezioso il lavoro svolto dalla giuria composta da Caterina Verbaro, Silvio Perrella e Giuseppe Lupo – a loro il sentito grazie del Comune di Bovalino e del Caffè letterario “La Cava” – nella scorsa edizione, che ha visto vincitrice Maria Pia Ammirati con il romanzo “Due mogli – 2 agosto 1980” (Mondadori). Premio speciale a Raffaele La Capria. Ospite della serata finale, nel dicembre scorso, Goffredo Fofi, autore della prefazione all’opera “I fatti di Casignana” di Mario La Cava, ripubblicata da Rubbettino.
Il bando e il regolamento del concorso, con tutti i dettagli per la partecipazione, sono scaricabili sul sito del Comune http://www.comune.bovalino.rc.it.
Per ulteriori informazioni 0964/672313, amministrativa.bovalino@asmepec.itinfo@mariolacava.it
Tutto sulle tre edizioni del Premio su https://premiolacava.wordpress.com

__________________________

COMUNICATO STAMPA – 2 luglio 2019

È ufficialmente partita la terza edizione del Premio Letterario “Mario La Cava” con la pubblicazione del bando e i dettagli per la partecipazione al concorso. Il Premio intitolato allo scrittore di Bovalino, organizzato dal Comune in collaborazione con il Caffè letterario “La Cava”, quest’anno è declinato sul tema del viaggio. La Cava, nella dimensione del viaggio, ha coltivato conoscenza, confronto, apertura verso il mondo e, soprattutto, esperienza e narrativa. “Il viaggio. Percorsi vissuti, narrati e immaginati” è il tema, comunque ampio e sfaccettato, che fa da filo conduttore per la partecipazione al Premio.

Possono concorrere le opere in lingua italiana, romanzi o raccolte di racconti, pubblicate per la prima volta a far data dal primo ottobre 2018 fino al 30 settembre 2019.
Una apposita Giuria qualificata, composta da cinque giurati scelti tra critici, letterati e scrittori, sarà nominata dal Comune di Bovalino e dal Caffè Letterario “La Cava”. Alla Giuria toccherà il compito di valutare le opere pervenute al concorso e di inviare al Comune di Bovalino le proprie decisioni di voto. Le prime tre opere con il maggior punteggio andranno in finale. Nella cerimonia conclusiva, che si terrà il 14 dicembre 2019, i cinque giurati con voto segreto decreteranno il vincitore.
Le opere dovranno pervenire alla segreteria del Premio, presso il Comune di Bovalino, entro il 13 settembre 2019.
Vincitore della prima edizione, nel 2017, Claudio Magris.
Nel 2018, ha conquistato il primo posto Maria Pia Ammirati con il romanzo “Due mogli – 2 agosto 1980” (Mondadori). Ospite speciale della serata finale, nel dicembre scorso, Goffredo Fofi, autore della prefazione all’opera “I fatti di Casignana” di Mario La Cava, ripubblicata da Rubbettino.
Una borsa di studio sarà assegnata fra gli studenti che frequentano le Scuole Secondarie di Secondo Grado oppure studenti che abbiano prodotto studi o tesi di laurea, dimostrando competenze nell’ambito della scrittura o nello studio della letteratura meridionale, con particolare riferimento alla figura e all’opera di Mario La Cava. Anche in questo caso la domanda di partecipazione dovrà pervenire entro il 13 settembre 2019.
Il bando e il regolamento del concorso, con tutti i dettagli per la partecipazione, sono scaricabili sul sito del Comune http://www.comune.bovalino.rc.it
Per ulteriori informazioni è possibile contattare il numero 0964/672313 oppure scrivere all’indirizzo email amministrativa.bovalino@asmepec.it. Tutte le info delle tre edizioni su premiolacava.wordpresss.com.
Ufficio Stampa

Bovalino 2 luglio 2019

22.12.2018

Maria Pia Ammirati vince il Premio Mario La Cava 2018

E’ Maria Pia Ammirati con l’opera Due mogli – 2 agosto 1980 (Mondadori) la vincitrice della seconda edizione del Premio letterario Mario La Cava. Menzione speciale per Sonia Serazzi con “Il cielo comincia dal basso” (Rubbettino). La cerimonia di premiazione, condotta dal caporedattore del Tg2 Enzo Romeo e dalla giornalista Maria Teresa D’Agostino, si e’ svolta a Bovalino, citta’ di nascita dello scrittore. Cinque le opere giunte in finale tra le quali la giuria, composta da Giuseppe Lupo, Silvio Perrella, Caterina Verbaro, ha designato l’opera vincitrice: Mauro Covacich con La citta’ interiore (La nave di Teseo), Filippo De Matteis con Cuore di seppia (Elliot), Carmen Pellegrino con Se mi tornassi questa sera accanto (Giunti) e Sonia Serazzi con Il cielo comincia dal basso (Rubbettino) tutti considerati secondi a pari merito. Premio speciale e’ andato a Raffaele La Capria mentre ospite d’onore della serata e’ stato Goffredo Fofi che ha curato la prefazione della nuova edizione di una delle opere dello scrittore calabrese, “I fatti di Casignana”, appena ripubblicato da Rubbettino e presentato in anteprima durante la serata, con letture a cura di Giulia Palmisano e Rossella Scherl.

 

Comunicato stampa

2/12/18

Bovalino (RC): Premio Letterario La Cava 2018

Le cinque opere finaliste

Annunciate oggi, domenica 2 dicembre, in conferenza stampa, nella sala consiliare del Comune di Bovalino, le cinque opere finaliste al Premio letterario Mario La Cava 2018, promosso dal Comune di Bovalino in collaborazione con il Caffè letterario La Cava, con il patrocinio della Regione Calabria e dell’Ordine degli Avvocati di Locri. Tema conduttore di questa seconda edizione: narrazioni dai margini dei luoghi e dell’esistenza.

Questi gli autori e i titoli:

  • Maria Pia Ammirati, Due mogli – 2 agosto 1980 (Mondadori)
  • Mauro Covacich, La città interiore (La nave di Teseo)
  • Filippo De Matteis, Cuore di seppia (Elliot)
  • Carmen Pellegrino, Se mi tornassi questa sera accanto (Giunti)
  • Sonia Serazzi, Il cielo comincia dal basso (Rubbettino)

La cinquina è stata selezionata dalla Commissione tecnica, composta da Cristina Briguglio, Anna Costa, Santino Salerno, Pasquale Blefari, Domenico Calabria, congiuntamente alla Giuria, composta da Giuseppe Lupo, Silvio Perrella, Caterina Verbaro. La parola torna ora ai tre giurati che decreteranno l’opera vincitrice.

Premio speciale a Raffaele La Capria.

Ospite Goffredo Fofi.

La cerimonia di premiazione, condotta dal Caporedattore del Tg2 Enzo Romeo e dalla giornalista Maria Teresa D’Agostino, si svolgerà il 22 dicembre 2018, alle ore 17.00, nell’Aula Magna dell’Istituto “F. La Cava”, a Bovalino.

______________________________________

CONFERENZA STAMPA

Domenica 2 Dicembre 2018 alle ore 11,00 presso la Sala Consiliare del Comune di Bovalino si terrà la conferenza stampa durante la quale saranno comunicate le cinque opere finaliste e l’assegnazione del Premio Speciale.

La cerimonia di premiazione si svolgerà a Bovalino (RC) il 22 dicembre 2018.

_______________________________________

Rese note le opere partecipanti alla II edizione del Premio Letterario Mario La Cava che quest’anno ha come tema “Narrazioni dai margini dei luoghi e dell’esistenza“: romanzi o racconti che narrano di luoghi, persone, vicende, situazioni riferibili a contesti di marginalità geografica o dell’esistere.

Le cinque opere finaliste saranno rese note entro il 30 novembre 2018.

La cerimonia di premiazione si svolgerà a Bovalino (RC) il 22 dicembre 2018.

Queste le opere in concorso:

  • Maria Pia Ammirati – Due mogli. 2 agosto 1980 – Mondadori
  • Dario Buzzolan – La vita degna – Manni
  • Nicola Campoli – Al cuore non rinuncio! – Guida
  • Vincenzo Carrozza – Frammenti di stelle – Bookabook
  • Palma Comandè – Prima di tutto un uomo – Luigi Pellegrini Editore
  • Mauro Covacich – La città interiore – La nave di Teseo
  • Filippo De Matteis – Cuore di seppia – Elliot
  • Federica De Paolis – Notturno salentino – Mondadori
  • Sergio De Santis – Non sanno camminare sulla terra – Mondadori
  • Claudio Grattacaso – La notte che ci viene incontro – Manni
  • Eliana Iorfida – Antar – Vertigo
  • Marco Iuffrida – InChiostro – Rubbettino
  • Massimo Nava – Il boss è immortale – Mondadori
  • Rita Pani – L’ultimo inciampo – Rita Pani
  • Carlo Pellegrino – Dente di cane – Manni
  • Carmen Pellegrino – Se mi tornassi questa sera accanto – Giunti
  • Mario Proli – Casematte – Fondazione Mario Luzi
  • Sonia Serazzi – Il cielo comincia dal basso – Rubbettino
  • Giusy Staropoli Calafati – La terra del ritorno – Luigi Pellegrini Editore
  • Marisa Sturiale D’Agostino – Fiori di Jacaranda – Città del Sole
  • Rocco Taliano Grasso – Mie care ombre addio – Luigi Pellegrini Editore
  • Patrizia Tocci – Nero è il cuore del papavero – Tabula Fati
  • Angelo Vazzana – Odissea dell’Odissea – Gangemi Editore